Saviano: “Il sud muore e ora crede al partito che più l’ha insultato”