I pediatri: “La scuola è il posto più sicuro, il problema è la socialità”