Crisanti: “Inaccettabile riaprire a Natale dopo tanti sacrifici”