Con il coronavirus il Parlamento rischia di chiudere, ma il voto a distanza divide la politica